Adolescenza

Articoli Adolescenza Psicologo Frosinone

Adolescenza e Lato Puer Aeternus della Psiche

Adolescenza e Lato Puer Aeternus della PsicheNel saggio “Divinazione e Sincronicità” Marie-Louise Von Franz scrive che per Jung gli archetipi sono “nuclei dinamici della psiche” che, per quanto inconoscibili in se per sé, esercitano il loro effetto sotto forma di immagini archetipiche, ovvero delle immagini guida, che influenzano in maniera significativa il percepire-sentire-agire di qualunque individuo. In sostanza, nessun individuo arriva al mondo come una tabula rasa.

(altro…)

Dialogo Psicologico con i Figli e Autenticità

Dialogo Psicologico con i Figli e Autenticità Il dialogo è uno di quegli elementi dell’esistenza familiare di cui se ne coglie appieno l’importanza nel momento in cui è assente o è mancato. Spesso lo si rivaluta ex post, quando ormai qualche “disastro” è avvenuto. Non di rado questa rivalutazione dell’arte del dialogare sì verifica quando qualcosa ha fatto male e/o ci ha fatto male. Un genitore di un figlio adolescente, per esempio, si rende conto di quanto sia così nell’attimo in cui inizia a vedere che il suo bambino gli è un perfetto sconosciuto che è incappato in qualche difficoltà critica: in una bocciatura, in un uso disinvolto di droghe, in un brutto giro di amicizie, in atti di bullismo o vandalismo, o è caduto dentro una vita solo virtuale e di social nella quale il genitore fatica anche ad avere gli strumenti concettuali per muoversi in un mondo che per alcuni versi pare un altro mondo. (altro…)

Ritratto di un Adolescente: Il Giovane Holden

Ritratto di un Adolescente: Il Giovane HoldenIl 16 Luglio del 1951 è stato pubblicato “Il Giovane Holden” di Jerome David Salinger, uno dei capolavori assoluti della letteratura del Novecento. Considerarlo un romanzo di formazione, per quanto la vicenda ruoti intorno all’espulsione scolastica del 17enne omonimo protagonista del romanzo Holden Caulfield che, a seguito di ciò, si ritrova a vagare catturato dal suo caleidoscopio emotivo in una New York pre-natalizia, sarebbe certamente riduttivo. (altro…)

Adolescenza e Psicofarmaci

La tendenza al consumo di psicofarmaci nel periodo adolescenziale è in aumento nei paesi occidentali, e naturalmente ciò sta richiamando l’attenzione degli specialisti in materia sul perché, o sui perché, di tale fenomeno e sulla sua opportunità. Ma partiamo da qualche numero per inquadrare meglio l’ampiezza di tale trend. (altro…)

La Crisi Adolescenziale: Quando Diviene Pericolosa

crisi-adolescenzialeIl vocabolario della lingua italiana Devoto-Oli definisce la parola “crisi” come “una perturbazione o improvvisa modificazione nella vita di un individuo o di una collettività”. Il termine crisi implica di per se dei cambiamenti, e la necessità, per chi vuol superare la crisi stessa, di cambiare e di sapersi trasformare. Da questa prospettiva l’adolescenza costituisce una crisi esistenziale che non può essere elusa. (altro…)

Adolescenza: un Ponte Verso il Futuro

adolescenzaL’adolescenza è un periodo evolutivo costituito da dinamiche molto complesse e particolari. Lo sviluppo fisico e sessuale, il distacco, voluto e temuto contemporaneamente dalle figure genitoriali, la ricerca di un’identità personale più definita, sono gli aspetti che caratterizzano maggiormente questa fase della crescita, spesso indicata come tumultuosa, problematica o più genericamente “non facile”. (altro…)

L’Adolescenza Interminabile: Aspetti Sociali e Psicologici

Se c'è un periodo della vita che più di ogni altro può essere paragonato ad una seconda nascita, persino da un punto di vista biologico, questo periodo è senza dubbio l'adolescenza. Se infatti è vero che ogni fase della vita comporta dei cambiamenti psichici e fisici, si pensi per esempio all'età infantile o all'invecchiamento, è anche vero che i cambiamenti che impone l'adolescenza si caratterizzano per il loro presentarsi in modo drammaticamente rapido, rapidità per lo più estranea agli altri periodi dell'esistenza. (altro…)

Scuola, Famiglie, Personalità dell’Insegnante

Scuola, Famiglie, Personalità dell’InsegnanteNegli ultimi decenni la società è mutata profondamente, si è trasformata, per ricorrere ad una felice definizione di Zygmunt Bauman, da solida in liquida. Ovvero si è liquefatta la fermezza, se si vuole la rigidità, di istituzioni educative e non volte a determinare il comportamento degli individui in favore di una maggiore fluidità che garantisce una maggiore libertà di scelta personale, ma anche una maggiore responsabilità individuale che talvolta risulta disorientante. Basti pensare a come sono cambiate le famiglie dal dopoguerra ad oggi, non più ormai caratterizzate da una certa distanza tra genitori e figli e da una rigida divisione dei ruoli, bensì da una condivisione, talvolta anche eccessiva, tra genitori e figli e da una interscambiabilità nei ruoli genitoriali fino a pochi decenni fa realmente inimmaginabile. (altro…)

Famiglie Attuali e Condivisione

Famiglie attuali e condivisione La famiglia, intesa come un’istituzione ben delineata e con un suo modo specifico di funzionare, si è trasformata e modificata talmente tanto negli ultimi decenni che pare decisamente più aderente alla realtà parlare di famiglie al plurale e non semplicemente di famiglia. (altro…)

Famiglie Attuali tra Prestazione e Percorso

Famiglie Attuali tra Prestazione e PercorsoIn un recente articolo pubblicato su questo sito, “Famiglie Attuali e Condivisione”, viene posto in evidenza come l’eccesso orizzontalità e condivisione caratterizzante attualmente molte relazioni genitori-figli può comportare una marcata tendenza a proteggere i ragazzi che non ne facilità la crescita. Un terreno classico dove rischia di accadere ciò è costituito dalla scuola. In un bel libro sul rapporto che i genitori hanno con la scuola, “Sono puri i loro sogni” dal significativo sottotitolo “Lettera a noi genitori sulla scuola” (2017), Matteo Bussola analizza come i rapporti genitori – insegnanti siano spesso intrisi di sospettosità e da un mancato riconoscimento dell’autorevolezza dell’insegnante. Racconta mille esempi tratti dalla sua esperienza quotidiana di giornalista e padre di tre figli dai quali si evince come i genitori siano tendenzialmente portati a tutelare i loro figli a prescindere, per un richiamo, per un pessimo voto, per un conflitto con un professore, o per una bocciatura.

(altro…)
Condividi su:
×
Menù